Breve presentazione del progetto:
“…Giovani d’oggi alla ricerca dei luoghi della socialità dei giovani di ieri nella città di Brescia.–”

 

Il progetto scaturisce essenzialmente dalla diffusa constatazione che la città di Brescia,pur possedendo un vastissimo patrimonio ( utile per supportare una offerta di tipo turistico – culturale di livello nazionale ed internazionale, stenta ad organizzare un “sistema” integrato e diversificato capace di intercettare la domanda turistica –culturale nella sua articolata variabilità e, quindi, conquistare un posizionamento competitivo sul mercato che sia all’altezza delle sue opportunità. In questo scenario la qualità delle strutture, dei servizi, e soprattutto quella delle risorse umane impegnate nei meccanismi dell’ospitalità, sono oggi ancora troppo insufficienti. Il basso ricambio generazionale nelle imprese, l’improvvisazione praticata nelle professioni e una scarsa presenza della componente giovanile nel sistema, sono aspetti non secondari. Il progetto risponde a tale prospettiva strategica, ovvero: costituire una rete di competenze all’interno di un gruppo di giovani residenti.

Breve descrizione del progetto

Oggi più che mai il giovane sente e vive l’esigenza di nuovi stimoli per una riflessione sulla propria responsabilità, su quanto essa stessa possa essere latore di novità, di entusiasmo, in grado di invertire la rotta e proporre quella conversione culturale di cui il nostro territorio necessita. Giovani che hanno bisogno di “SPAZIO” per potere sperimentare se stessi e le proprie capacità e competenze.Il “cambiamento” sociale e socio relazionale diviene una parola-chiave per definire la società in cui dobbiamo e possiamo vivere; una società chiamata ad adeguarsi alle nuove generazioni e alle nuove esigenze troppo spesso urlate nel silenzio. Le giovani generazioni oggi vivono, sempre più di frequente, una sorta di “età del mutamento”, della fatica che comporta una sorta di “cambio di pelle”, delle grandi domande e del cominciare ad entrare in un mondo più adulto. Un mutamento necessario, quanto difficile.Dalla rottura dei corporativismi e delle ancora troppe chiusure, al libero accesso alle opportunità del mercato, alla necessità di disegnare una società che liberi il lavoro dal macigno di una precarietà he non consente di progettare serenamente il proprio percorso di vita.Il Progetto, dunque, nasce dall’esigenza di costruire proposte significative per i giovani che attraverso un’attività di ascolto e di animazione nel territorio potranno essere accompagnati nell’acquisizione di una nuova consapevolezza di sé, del proprio bagaglio culturale e professionale in relazione alla storia personale di ognuno di loro e delle personali potenzialità.

La messa in atto all’interno dell’associazione del progetto prevede tre differenti fasi di attuazione:

1. La sensibilizzazione e la promozione della idea progettuale con i volontari impegnati nella promozione del progetto;

2. Attivazione dei servizi e delle azioni progettuali;

3. Verifica dei risultati conseguiti in termini di numeri e di obiettivi raggiunti.

Il progetto mira ad impegnare giovani volontari, in un processo virtuoso che sia nello stesso tempo di utilità sociale per il gruppo e la comunità locale nei quali i volontari sono inseriti ed operano, ma che risulti nello stesso tempo utile a completare la loro formazione personale e culturale su tematiche legate alla cultura della città di Brescia ed ai cambiamenti avuti negli ultimi cento anni.

Il progetto, nello specifico prevede cinque interventi:

– Conoscenza del territorio (La città di Brescia: i luoghi della socialità e del tempo libero dei giovani nella città di Brescia dal 1900 ad oggi. Realizzazione di una sintetica mappa di profilo dei luoghi individuati);

-Creazione di un Gruppo di Giovani (Gli incontri avranno un carattere principalmente ludico e operativo, in modo da permettere ai ragazzi di apprendere divertendosi e visitando personalmente i luoghi indagati, che potranno fotografare, confrontando i loro scatti con vecchie cartoline, dipinti, disegni, stampe, incisioni e immagini di vario genere, conservate negli archivi comunali e raccolte in diverse pubblicazioni.

-Visite alla città di Brescia: individuati i luoghi ritenuti di maggior interesse per il progetto, proviamo a cercarli. Durante le uscite i giovani saranno accompagnati da Guide turistiche, professori di storia locale, e adulti testimoni; si realizzeranno interviste ai cittadini residenti per ampliare le conoscenze.

– Realizzazione di una mappa dei luoghi della socialità e del divertimento dei giovani bresciani: Realizzazione delle Schede dei luoghi individuati e censiti; Raccolta delle fotografie e raccolta delle interviste e testimonianze.

-Creazione dei “Custodi” della Città: Incontri presso le 7 associazioni aderenti al Forum per presentare la conoscenza acquisita dai giovani durante il progetto. Visite sul territorio “pilota” per l’occasione il gruppo diventa il “cicerone” per gli altri giovani.

Il progetto è finanziato dalla Fondazione Comunità Bresciana in quanto ha ravvisato negli obiettivi progettuali l’intenzione di diffondere la consapevolezza tra i giovani della necessità che essi stessi diventino parteattiva della vita della comunità.  Il senso del presente ed il futuro: L’importanza dell’impegno civile;lacura delle ricchezze storico artistiche del proprio territorio come patrimonio identitario;l’integrazione interculturale attraverso la conoscenza della storia, della politica,dell’arte e della cultura anche del territorio in cui si vive.

Il progetto è iniziato  nel mese di Luglio del 2014 e si concluderà entro il maggio 2015 e verrà articolato in queste fasi

La messa in atto all’interno dell’associazione del progetto prevede tre differenti fasi di attuazione:

1. La sensibilizzazione e la promozione della idea progettuale con i volontari impegnati nella promozione del progetto (luglio/ottobre 2014);

2. Attivazione dei servizi e delle azioni progettuali (da settembre 2014 a marzo 2015;

3. Verifica dei risultati conseguiti in termini di numeri e di obiettivi raggiunti (aprile/maggio 2015).

Il progetto sarà itinerante nella città di Brescia.

 

Il progetto è offerto GRATUITAMENTE ed  interesserà i giovani fra i 17 ed i 26 anni, si prevede di coinvolgere oltre 200 giovani  in varie attività. Verranno attivate collaborazioni con il Comune di Brescia assessorato alle Politiche Giovanili,  Brescia Musei, ma soprattutto cone le Associazioni (ARCI, AICS, CTS, CTA ACLI, CTG, ARCIRAGAZZI, UISP ) aderenti al Forum Turismo Sociale.
Inoltre altre collaborazioni preziose verranno attivate coinvolgendo il modo della scuola superiore, dei CFP e dell’Università.

 La Segreteria del progetto è presso la sede dell’Associazione CTS di Brescia
via N. Tommaseo 2/a – 25128 Brescia
Tel. 030.41889  email: info@iluoghidelsociale.it

I referenti del progetto sono :

Luigi Bandera : Responsabile

Aurora Ragone :  Coordinatrice delle Attività