Articoli con tag nepal

Nepal Post Terremoto – Presentazione progetto panificio Kathmandu

12 maggio h. 18.30

Serata di presentazione del progetto

Un Panificio per le detenute di Kathmandu

0001

L’ass. Solidarietà in Cammino ONLUS ti invita alla serata del 12 maggio 2016 alle ore 18.30 presso Primo Piano Caffè Letterario di Via Beccaria, 10 Brescia dove presenteremo il video del’inaugurazione del panificio nel carcere femminile di Kathmandu e lo stato di avanzamento delle due scuole in Nepal finanziate dalla raccolta fondi post terremoto.

Ci sarà anche un piccolo buffet e sarà possibile iscriversi all’associazione versando la quota di € 10,00.

 

 

Caffé Letterario Primo Piano

Via Beccaria, 10 – Brescia

www.facebook.com/primopiano.arci

Tags:

find Europe – Più forti Insieme – Festa dell’Europa 9 maggio 2015

05_InvitoFE15“FIND EUROPE” “PIù FORTE INSIEME” – “FESTA DELL’EUROPA” 9 MAGGIO 2015

 Unita nella diversità;

L’Europa, a più di sessant’anni dalla Dichiarazione di Schuman, continua a promuovere i principi di pace e coesione che da sempre l’hanno caratterizzata, oltre al dialogo delle diversità, fonte di arricchimento e condivisione di comuni origini e problematiche.

L’assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Brescia, condividendo queste finalità, tramite l’Informagiovani organizza due giornate di eventi e attività dedicate all’Europa e ai giovani, con l’obiettivo di sensibilizzarli al significato dell’essere cittadino europeo, invitarli ad una partecipazione attiva ed informarli sulle varie opportunità di mobilità all’estero, di studio e di lavoro.

All’organizzazione e realizzazione delle diverse proposte animative, artistiche, aggregative e laboratoriali hanno collaborato il Centro Turistico Studentesco, il Centro Servizi Volontariato, Atelier Europeo, i ragazzi del comitato Carminiamo, Coop. Il Calabrone, Coop. Tempolibero e Coop. La Vela.

Inoltre l’iniziativa vede la fattiva collaborazione e partecipazione di Buonissimo, di Metro Brescia,conferenza stampa dei negozianti di Corso delle Mercanzie e degli studenti di alcune scuole superiori della città e degli stagisti europei presenti in città.

l CSV di Brescia, in collaborazione con Atelier Europeo e CTS  promuove diverse iniziative in occasione della Festa dell’Europa in programma sabato 9 maggio 2015

1. PROMOZIONE E SENSIBILIZZAZIONE TRA I GIOVANI Dal 4 all’8 MAGGIO 2015

2. CTS – CARTA GIOVANI EUROPEA Sabato 9 MAGGIO 2015, dalle 15.00 alle 18.00 – c/o le 4 uscite della

metropolitana del centro storico di Brescia (Marconi, San Faustino, Vittoria e Stazione)

3. L’EUROPA IN PIAZZA Sabato 9 MAGGIO 2015, dalle 15.00 alle 18.00, per le vie e le piazze del centro storico cittadino si terrà un evento promozionale itinerante;

4. COMITATO CORSO DELLE MERCANZIE (CORSO MAMELI) FESTEGGIA L’EUROPA

Esercizi commerciali coinvolti: LE TORTE DI GIADA (Corso Mameli ) – PIZZA CORNER (Corso Mameli) –

BUONISSIMO GOURMET STORE (Corso Mameli) – EVAS COFFE (Corsetto Sant’Agata)info europa con CTS CSV ATELIER EUROPEO

Attività a tema europeo nei negozi sfitti di Corso Mameli aderenti al progetto Art Regeneration:

LABA (Libera Accademia delle Belle Arti) – PALMA CHORALIS (Atelier delle Arti) – ECO POINT SULL’AMBIENTE

APPRODI DI-VERSI dalle 16.00 alle 18.00

5. BUON COMPLEANNO ATERLIER EUROPEO Alle 18.00, in largo Formentone a Brescia

Atelier Europeo (www.ateliereuropeo.eu) festeggerà il suo secondo compleanno

6. PREMIAZIONE DEL CONTEST FOTOGRAFICO DEL PROGETTO CITTA’ IN TASCA

Alle 19.00, al 2° piano di BUONISSIMO Gourmet Store, premiazione dei vincitori del contest fotografico del

progetto “CITTA’ IN TASCA” (#bscittaintasca #youtheuropeansmartcity) e aperitivo.ottone “partecipa” ed iscriviti all’evento!

Scarica l’invito alla Festa dell’Europa

Per ogni informazione è possibile rivolgersi a:

infogiovani@comune.brescia.it
030 3751480 – 030 3753004

www.bresciagiovani.it

www.comune.brescia.it

facebook.com/informagiovanibs

facebook.com/bresciagiovani.it

www.csvbs.it

facebook.com/ctsbrescia

 

 

Tags: , , , , , , , ,

19 Agosto 2012 – Passo Drolma La

SAM_6093_smallCarissimi amici,
dopo una lunga pausa dovuta all’assenza di postazioni internet, ci possiamo
nuovamente leggere. Nel frattempo molte cose sono avvenute. Abbiamo completato
il trekking con l’indimenticabile Kora ( il percorso ad anello ) del Monte
Kailas la spettacolare ed unica nel suo genere montagna sacra. Abbiamo
attraverrsato il passo del Drolma La a 5.650 mt in una giornata bellissima,
l’unica dopo molte giornate di pioggia. Siamo , come si dice, davvero stati
baciati dalla fortuna per tutto il Kora con condizioni climatiche ottimali che
ci hanno permesso di ricevere il meglio da questi paesaggi suggestivi. Con il
rientro a Darchen , punto d’inizio e fine del Kora, abbiamo cosi’ completato il
nostro emozionante Cammino sul tetto del Mondo 2012. La distanza percorsa tra
KTM ed il Kailas , includendo anche il Kora del bellissimo lago Manosarovar e’
stata di 1.050 km , i giorni trascorsi in Tibet sono stati 37, l’altezza
massima raggiunta e’ stata di 5.650 mt, i giorni trascorsi a quota superiore ai
4.600 mt sono stati 31, abbiamo incontrato e giocato con tantissimi stupendi
bambini nomadi Tibetani, in totale il cammino e’ durato 43gg … Prossimamente
scriveremo un breve racconto di tutto il viaggio.
Alleghiamo la memorabile foto scattata sul passo Drolma La da un pellegrino
della Mongolia centrale.
Un saluto
Pietro & Maria

Tags: , , , , ,

21 Luglio 2012 – Lago Pelko Tso

Carissimi, siamo a quota 300km percorsi, abbiamo superato il suggestivo lagoSAM_4632_small
Pelko Tso abbiamo attraversato praterie sconfinate e messo a dura prova la
nostra meditazione di camminatori. Si cammina con l’orizzonte sempre davanti e
sembra irragiungibile, mentre si cammina bisogna sviluppare una azione di
straniazione tra tempo e spazio. Tecnica che avevamo gia’ sperimetato la
scorsa volta ma qui le distanze ed i paesaggi sono ancora piu’ ampi.

Da qualche giorno siamo costantemente sopra quota 4.600mt e questo richiede un maggiore
sforzo. Ci stiamo comunque lentamente acclimatando a percorsi a queste quote.
Vi inviamo una fotografia scattata insieme a nomadi tibetani che, in queste
zone, rimarranno per i prossimi 3 mesi per poi tornare nei villaggi per
l’inverno. Vi staimo scrivendo da Saga l’ultima “cittadina” prima di
addentrarci verso il Kailas. Siamo riusciti a convincere la nostra guida a
farci percorrere un tragitto alternativo piu’ all’interno del territorio
Tibetano rigorosamente non turistico.
Credo che dopo questa mail non ci sentiremo per lungo tempo, un saluto daiSAM_4632_primo_piano
camminatori
Pietro & Maria

Tags: , , , , , , ,

11 Luglio 2012 siamo a Thato Pani

SAM_4438_cammino2012_smallSiamo a Thato Pani, cosi’ chiamata per la presenza di sorgenti termali, noi questa volta abbiamo rinunciato alla doccia terapeutica, siamo arrivati al Lodge dopo 19Km alle 2 del pomeriggio in una sola tirata da 800mt ai 1600 mt di Thato Pani. Siamo a 5 kM dal confine con la Cina. Non possiamo usare il termine Tibet perche’ cio’ che ci circonda ormai ha pochissimo di Tibetano. In questi posti di confine la situzione e’ ormai completamente in mano al NUOVO CHE AVANZA. Vi mandiamo una foto che a nostro giudizio esemplifica bene il concetto.Abbiamo quindi percorso 110KM buona parte dei quali a bassa quota in una calura veramente da girone Dantesco. E’ comunque una grande emozione percorrere questa strada e venire a contatto con i tantissimi mestieri che si svolgono lungo il suo percorso. Negli anni le uniche cose che sono cambiate sono le merci nei negozi , sempre piu’ cineserie, il resto rimane praticamente inalterato e congelato.
A fare da grande sorgente di ispirazione e’ la natura che in questi tratti assume forme di gigantismo impressionanti, rododendri da 30mt di altezza e Ficus di altrettanto rapporto, cascate e corsi d’acqua di enorme abbondanza.
Siamo alle solite, il contrasto e’ la cifra di questo tratto di cammino. I pensieri e le riflessioni sulla contemporanita’ si agitano nella mente lasciando irrisolti punti cruciali, cosa sta succedendo a questo mondo? e’ possibile invertire la direzione? c’e’ ancora qualcuno che lo vorrebbe fare qui in Nepal? La cosa certa e’ che le discariche a cielo aperto sono sempre piu’ incombenti.e i grandi convegni sulla sostenibilita’ si moltipliucano.
Insomma, ci lasciamo alle spalle un ambiente sociale complesso, traghettiamo verso luoghi a cui affidiamo ampie aspettative.
Un saluto
Pietro & MAria
Carissimi amici,
namaste’! Vi ringraziamo per il vostro importante e solidale sostegno. Il nostro viaggio prossegue sulla stessa Arniko High Way. Man mano che ci avviciniamo alla frontiera con la Cina, la strada, molto impervia a causa delle piogge di questa stagione, viene trafficata solo da invincibili autobus e fuori strada carichi di turisti provenienti dalla Cina. I giorni scorsi il sole, l’umidita’ del aria e le temperature di quote piu’ basse hanno reso il nostro cammino molto faticoso. Oggi abbiamo percorso 19 km nella mattinata salendo di quota, da 700 mt a 1600 mt e siamo a 5 km dalla frontiera che attraverseremo domani mattina.
Ci sentiremo nei prossimi giorni dal Tibet!!!
Pietro & Maria

Tags: , , , , , ,

07 luglio 2012 a 40km da Kathmandu

SAM_4231_cammino2012_smallvi ringraziamo per far girare le notizie sul nostro viaggio, ci fa molto piacere leggere i vostri commenti. Siamo all’inizio del viaggio a circa 40 km da Kathmandu sulla Arniko High Way, l’unica via commerciale aperta che collega il Nepal con il Tibet. Dopo la citta’ di Bakhtapur oggi siamo a Dhulikel, una caotica cittadina cresciuta disordinatamente lungo “la grande arteria”. Durante la giornata siamo entrati nelle valli che un tempo erano dense di cave di argilla ove si producevano i famosi mattoni del distretto di Bakhtapur. Valli che oggi, in gran parte sono riconvertite alla coltivazione del riso.
Vi alleghiamo una foto scattata a Bakhtapur con il nostro famoso striscione.
A presto,
Pietro & Maria

Tags: , , , , , ,

04 luglio 2012 – Incontro con i bambini

data: 4 luglio 2012
Oggi abbiamo avuto un bellissimo incontro con i bambini del centro PA Nepal di Sankhu. Si tratta di una struttura di accoglienza per bambine e bambini con genitori in stato di detenzione. All’interno ci sono le scuole primarie e secondarie di primo livello. Al centro affluiscono anche le bambine ed i bambini dei villaggi vicini. Il nostro intervento di oggi si e’ concentrato , con l’esperienza di Maria, sulle buone pratiche di igiene. Bisogna pensare che il 5% dei bambini sotto i 5 anni muoio per la diarrea. Quindi abbiamo fatto con i bambini dei disegni e dei giochi che li coinvolgessero nelle problematiche basilari d’igiene.
E’ sempre una emozione stare con i bambini e farsi avvolgere dalla loro felicita’ e voglia di giocare. Sono stupendi e subito fanno amicizia con noi e ci stringono in cerca di affetto.
Ti alleghiamo una fotografia che abbiamo fatto tutti insieme in compagnia del nostro famoso striscione.
Domani ultimi preparativi ed ultime verifiche per i visti e poi…. si inzia con Bakthapur l’antica citta’ rimasta intatta con il suo fascino medioevale.
Un saluto – Pietro & Maria

Tags: , , , , , , ,

Nuovo Progetto di Solidarietà in Cammino. Estate 2012

Parte il primo luglio il viaggio dell’associazione Solidarietà in Cammino. Due mesi e mille chilometri in Nepal in favore dei bambini.

Un viaggio di mille chilometri sul tetto del mondo: due mesi, dal primo luglio fino a settembre nel cuore del Nepal. E’ l’avventura dell’associazione bresciana Solidarietà in Cammino che ripete l’esperienza del 2009 per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi della solidarietà e delle problematiche dell’infanzia in Tibet e Nepal. L’associazion, grazie alla controparte nepalese PA Nepal, si occupa del sostegno a bambini figli di detenuti ed a bambini rimasti orfani di guide sherpa grazie ad adozioni a distanza che permetto ai bambini di studiare e di avere una vita dignitosa. L’incontro con i bambini nepalesi inoltre ha attivato negli anni un incontro episolare con i bambini delle scuole bresciane in una occasione di crescita culturale reciproca. Zaino in spalla Maria Tiploiu e Pietro Zanotti affronteranno a piedi il lungo cammino per portare non solo speranza ma una presenza ed un aiuto concreto. Durante il viaggio saranno realizzati infatti anche dei momenti di educazione sanitaria per bambini.
I progetti dell’associazione:
Adozione a distanza di figli di carcerati a Kathmandu – Attraverso l’associazione nepalese PA Nepal è possibile adottare bambini che sono costretti a vivere in carcere accanto al generito per mancaza di condizioni familiari adeguate.
Adozione di un’insegnante d’inglese – Per il villaggio remoto di Simagaon che permetterà l’insegnamento della seconda lingua più importante del Nepal ai bambini, permettendogli di mettersi in contatto col mondo esterno e con i bambini italiani.
Adozione bambini orfani di sherpa – Un progetto partito nel 2010 con l’associazione nepalese HAMWWA che permetterà di occuparsi dei bambini che hanno perso i genitori sulle montagne durante le spedizioni e costretti a vivere in situazioni di disagio nei villaggi.
Per maggiori informazioni è disponibile il sito internet www.iluoghidelsociale.it

 

Tags: , , , ,

VOLONTARIATO. Il resoconto del «Cammino sul tetto del mondo 2009»

BRESCIA OGGI

Martedì 27 Ottobre 2009 CRONACA Pagina 11

VOLONTARIATO. Il resoconto del «Cammino sul tetto del mondo 2009»

In Nepal per aiutare bambini

A piedi da Kathmandu a Lhasa per sostenere progetti di solidarietà Un messaggio di pace

Un percorso a piedi, più di mille chilometri da Kathmandu a Lhasa. Non per entrare nel guinnes dei primati, ma per portare un messaggio di pace alla popolazione del Nepal e attuare uno scambio culturale.
E’ il progetto «Cammino sultetto del mondo 2009», presentato ieri al «Centro Servizi per il Volontariato» di Brescia. A portarlo a termine è stato un gruppo di cinque italiani: Pietro Zanotti (presidente dell’associazione «Solidarietà in cammino onlus»), Fabrizio Ferri, Maria Tiploiu, Pedro Bonometti e Roberto Pallaver. Partiti l’8 agosto scorso, i «camminatori della solidarietà» sono rientrati il 26 settembre.
Il loro cammino si è mosso per circa un terzo lungo la «Friendship Highway», strada asfaltata dai cinesi in occasione delle scorse Olimpiadi. Buona parte del percorso si è svolto attraversando valichi ed aree fuori dalla presenza di turisti.
A RENEDRE l’esperienza ricca di significato sono le iniziative di solidarietà che hanno sostanziato e hanno rappresentato il vero ed unico obiettivo del «Cammino del mondo 2009». La prima iniziativa riguarda il sostegno economico fornito ai bambini seguiti dall’associazione & #171;PA Nepal» che assiste i figli di carcerati, che secondo le regole del territorio dovrebbero vivere con i genitori in prigione. Grazie all’impegno dell’associazione i piccoli sono accolti in una struttura in Nepal. La seconda iniziativa è il sostegno dei costi di un’insegnante di lingua inglese in un villaggio remoto del paese himmalayano, Sherpa di Simigaon.
L’ALTRA INIZIATIVA ancora, concretizzata con il «cammino» nepalese ha visto la consegna di un messaggio di pace e fratellanza tra i popoli alle autorità delle principali città del Tibet. «Lungo il nostro tragitto – ! ha raccontato Pietro Zanotti – abbiamo incontrato persone sensibili che ci hanno accolto con amicizia e dimostrando voglia di conoscere la nostra cultura».
I «CAMMINATORI» hanno anche consegnato ai bambini del Nepal alcuni lavori realizzati dai loro coetanei di una scuola elementare di Roncadelle. «Uno scambio di pensieri e di esperienze di vita – ha detto Pietro Zanotti – che sarà utile per costruire un futuro di pace e solidarietà». Il progetto che vede coinvolti i bambini bresciani e quelli del Nepal proseguirà per i prossimi cinque anni.
«Il nostro obiettivo – ha spiegato ancora Pietro Zanotti – è attirare l’attenzione sulle problematiche dell’infanzia, coniugando la cultura con la solidarietà».


Tags: , ,

Ultimissime dal Nepal

Ciao Gigi,
ti aggiorniamo con un po’ di foto ed un filmato. Nella foto dove stringiamo
la mano, si tratta della consegna di un messaggio di pace che abbiamo scritto
in cinese e che stiamo consegnando alle autorita’ delle principali citta’ che
incontriamo. Nello specifico si tratta del vice sindaco di Shigatse la seconda
citta’ del Tibet.
Ti abbiamo allegato anche una copia dell’articolo che dovrebbe essere
pubblicato sui giornali di Ktm.
Un saluto caro
Pietro & Maria.

 

 

copia articolo apparso in NEPAL :

Partiti da Kathmandu il 8 di agosto, il gruppo composto da cinque italiani arrivera’ a Lhasa dopo aver percorso a piedi i piu’ di 1000 km che separano la capitale del Nepal dalla capitale del Tar. Nel loro percorso hanno toccato citta’ dal grande valore storico culturale quali: Ktm Il Cammino solo per circa un terzo si e’ mosso sulla Friendship Highway, mentre buona parte del percorso e’ avvenuto attraverso valichi ed aree fuori dalla presenza di turisti. Durante il cammino sono stati supportati dalla competenza e professionalita’di guide sherpa provenienti da agenzie di kathamndu. A causa della particolarita’ del percorso spesso sono state necessarie le indicazioni dei pastori o degli abitanti dei piccoli villaggi tibetani. Hanno dovuto superare impreviste difficolta’ quali attraversamenti di fiumi oppure il superamento di passi di altitudine superiore ai 5400 metri Anche se il cammino presenta particolarita’ uniche, non risulta infatti sia mai stato realizzato prima, a rendere l’esperienza di piu’ ampio significato sono le iniziative di solidarieta’ che il cammino sul tetto del mondo 2009 ha realizzato. Si tratta di tre attivita’ : la prima si riferisce al sostegno economico verso i bambini seguiti dall’associazione PA Nepal, che si occupa di assitere bambini figli di genitori in carcere. La seconda iniziativa consiste nel sostegno dei costi di un insegnante d’inglese in un villaggio remoto del Nepal nel villagio Sherpa di SimigaonLa terza iniziativa che si e’attuata durante il cammino ha visto la consegna di un messaggio di pace e fratellanza tra i popoli alle autorita’ delle principali citta’ del TAR Cammino sul tetto del mondo 2009, cosi’ hanno intitolato i cinque italiani la loro esperienza, e’ quindi molto piu’ di un trekking tra le montagne del Tibet, e’ un modo di diffondere i valori planetari quali la pace, la solidarieta’ il rispetto e l’incontro tra culture e la fratellanza tra i popoli.

 

Tags: , ,